"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

martedì 6 maggio 2014

ATTENZIONE-FOTO E IMMAGINI TERRIBILI NON ADATTE AI MINORI E AI PIU' SENSIBILI -AGGIORNAMENTO Ucraina: la verità sul massacro di Odessa foto e video Shock!

ATTENZIONE-FOTO E IMMAGINI TERRIBILI NON ADATTE AI MINORI E AI PIU' SENSIBILI -AGGIORNAMENTO Ucraina: la verità sul massacro di Odessa foto e video Shock!

queste immagini terribili sono dedicate a tutti coloro che inneggiano alla guerra senza averla mai sperimentata sulla loro pelle
Il numero di persone uccise può essere di 300. La maggior parte delle vittime, in particolare donne e bambini, sono stati uccisi a bastonate nel seminterrato della Casa dei sindacati. La grande tragedia è accaduto alla città portuale di Odessa venerdì 2 maggio 2014. I sostenitori del federalismo sono stati inseguiti nella casa dei sindacati da una folla di fazione destra.L’edificio è stato incendiato subito dopo, causando (ufficialmente) 42 decessi. 
E’ chiaro che il numero delle vittime nella Casa dei sindacati è di gran lunga superiore. I provocatori hanno ammassato le persone nell’edificio, dov’era possibile ucciderli impunemente, con piacere e senza testimoni. 
L’incendio dell’edificio è stato avviato per occultare la strage di cittadini ucraini.
Per prima sono state incendiate le tende sulla piazza, facendo dilagare le
fiamme nello spiazzo davanti l’edificio.
 Le persone sono state invitate a nascondersi dietro le massicce porte della Casa dei sindacati.
I sostenitori del federalismo non avevano molotov pronte. 
Cosa ha causato l’incendio all’interno dell’edificio?
Le persone all’interno del piano terra sono state aggredite dai teppisti di fazione destra che hanno occupato il palazzo molto prima che iniziassero le esecuzioni. Quelle persone furono cremate presso l’ingresso principale.

I vigili del fuoco sono arrivati solo dopo che le porte d’ingresso principali erano state carbonizzate.
Solo in una camera singola nell’edificio di cinque piani con soffitti di oltre 3 metri di altezza, le fiamme erano visibili dall’esterno.
Chi potrebbe arrivare sul tetto di un edificio amministrativo di rilevanza nazionale? Forse coloro che, in anticipo, ebbero le chiavi per le grate d’acciaio chiuse che proteggono le porte del tetto.
Questi delinquenti devono essere scovati.
Potrebbe dire molto su quando la strage è iniziata, e con quanto anticipo si portarono le molotov nella Casa dei sindacati.
Porte e ringhiere in legno sulle scale e pannelli di truciolato non sono bruciati;
Le barricate di tavoli, sedie e armadi non appaiono toccati dal fuoco, a differenza dei corpi carbonizzati nelle vicinanze; La barricata è stata costruita dai teppisti di fazione destra per bloccare persone che cercavano di salvarsi verso i piani superiori.
Il cadavere di una donna è stato trascinato sul pavimento dal punto in cui era morta. Chi l’ha fatto e e perché?
Quest’uomo è stato colpito alla testa. A giudicare dalla chiaramente visibile pozza di sangue, l’assassino ha sparato a bruciapelo in modo che il proiettile attraversasse il cranio.

Avete notato che alcuni cadaveri hanno solo testa e spalle bruciate? Che l’abbigliamento da sotto il petto non è colpito dal fuoco? Qualcuno ha versato una sostanza infiammabile sulla parte superiore dei corpi per incendiarlo. Possono gli occhiali rimanere sul viso di un uomo che cerca di togliersi le sostanze incendiare dalla testa? 
Si noti che mani e polsi di queste persone sono ridotte alle ossa.
Su questa e le precedenti immagini, uno strano “lavaggio” può essere visto sul pavimento. 
Si tratta della polvere degli estintori utilizzati dagli assassini dopo la morte di queste persone… per non bruciarsi o inalare monossido di carbonio.

Un ragazzo e una ragazza. Non sono né carbonizzati né asfissiati, non ci sono segni d’incendio sul pavimento di legno duro (risalente a 50 anni fa e quindi dovrebbe aver preso fuoco) né fuliggine sulle pareti. Sono stati uccisi con altri mezzi. Molto probabilmente, qualcuno gli ha rotto il collo, i “professionisti” qui si sono divertiti.
Barricate su altri piani. Sangue sul pavimento. Teste carbonizzate.
La freccia rossa: è possibile che gli assassini abbiano preso in “prestito” i vestiti dalle vittime… una tattica ben nota, semplice ed efficace.
Nota: secondo una versioni di ciò che è accaduto il 2 maggio a Odessa, i teppisti di fazione destra hanno eseguito un’operazione falsa bandiera. Hanno indossato Nastri di San Giorgio (simboli dei sostenitori del federalismo anti-Majdan) e organizzato una provocazione violenta contro i sostenitori di Majdan (cioè contro i propri alleati), al fine di incolparne più tardi i sostenitori del federalismo e farli apparire responsabili della morte di molte persone.
Una donna morta vicino all’ascensore nuda al di sotto della vita. Molto probabilmente, è stata violentata e poi cosparsa con una sostanza infiammabile e data alle fiamme.
Persone uccise con proiettili alla testa.


Stessa immagine di nuovo: teste, mani e spalle bruciate, la parte inferiore del corpo intatta.
Un uomo con più colpi alla testa.


http://aurorasito.wordpress.com/2014/05/06/gladio-e-la-strage-di-odessa
http://terrarealtime.blogspot.it/2014/05/ucraina-la-verita-sul-massacro-di.html

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...